Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sequestrate circa 25 chilometri di spadare

Maxi blitz di reti illegali a Sapri


Maxi blitz di reti illegali a Sapri
04/09/2009, 10:09


Circa 25 chilometri di reti fuori legge sequestrate al largo di Sapri. E’ il bilancio di una mega operazione portata a termine dagli uomini della Guardia costiera negli ultimi giorni nelle acque del golfo di Policastro. Numerosi i pescherecci fermati perché effettuavano pesca con le spadare, le reti con maglie di 40 centimetri di larghezza, messe al bando dall’Unione Europea nel 2002. Le indagini mirano adesso a verificare se oltre alla pesca illegale possa esserci dell’altro. Come ad esempio la truffa o il falso ideologico. L’ipotesi più verosimile, è che i pescatori non sfidino multe e sequestro solo per i proventi della pesca di specie proibite. Molti di loro infatti ricevono un sostanzioso contributo dallo Stato per la "riconversione", cioè la rinuncia volontaria alla pesca ed all’utilizzo di reti proibite. Capita spesso che chi ha incassato i soldi della riconversione torni a mare a pescare come prima.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©