Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Lembo: “Bene i controlli, ma no a spettacolarizzazione"

Maxi Operazione dell’Agenzia delle Entrate a Capri


.

Maxi Operazione dell’Agenzia delle Entrate a Capri
05/08/2013, 11:04

NAPOLI – Estate, mare, solleone e l’occhio vigile del fisco. Questo lo scenario dell’ estate 2013 che tra miseria e nobilita, di portafoglio ovviamente, sta segnando le vacanze degli Italiani. Ma siccome queste è il periodo delle piccole grandi truffe, soprattutto nelle località balneari per vip, allora l’Agenzia delle Entrate ha voluto fare luce quella questione. Controlli mirati, da venerdì scorso a ieri mattina, da Portofino, a Portocervo, a Capri, ai centri più rinomati dell'estate in Puglia ed in Sicilia. Ma ovviamente è l’isola azzurra che interessa di più perché nell’immaginario collettivo Capri é e resta la meta degli Dei. E proprio nell’isola preferita da Nerone che gli Ispettori delle Entrate hanno messo a soqquadro il tessuto economico locale infilando il naso in ben 15 esercizi tra discoteche, gioiellerie, spa, bar e ristoranti. Non potevano non giungere le reazioni del primo cittadino di Capri Ciro Lembo e della Confcommercio. Lembo ha sottolineato: ''Non siamo assolutamente preoccupati anche perché l'arrivo degli ispettori in piena estate si verifica da alcuni anni e non mi pare che gli esercizi già controllati abbiano ricevuto sanzioni rilevanti”. Poi Lembo ha continuato: “A Capri i controlli di tutte le forze dell'ordine sono una costante fissa e danno tranquillità e sicurezza agli ospiti dell'isola”. Il sindaco ha poi concluso: “Rispettando la nostra vocazione dell'ospitalità ci appelliamo al buon senso e alla discrezione delle autorità che effettuano i controlli per non turbare la vacanza degli ospiti, sia italiani che stranieri, che quest'anno nonostante la crisi continuano ad arrivare numerosi. Ovviamente, il mio fermo no alla spettacolarizzazione e all’eccessivo clamore”.

 

 

Commenta Stampa
di Rosario Lavorgna
Riproduzione riservata ©