Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Operazione dei Nas della città pugliese

Maxi sequestro di uova contraffate a Foggia


Maxi sequestro di  uova contraffate a Foggia
21/07/2012, 11:35

ROMA  - Maxi sequestro di uova, ben 26 mila, è stato condotto dai Nas di Foggia. Le uova erano custodite in un capannone abusivo, privo di qualsiasi requisito e di autorizzazione necessaria per la loro commercializzazione. Inoltre  le uova venivano  etichettate con date e informazioni di pura fantasia per poi essere distribuite nei negozi di Foggia.  

I Nas della citta' pugliese hanno sequestrato anche   quasi 8 mila imballaggi ed un'attrezzatura utilizzata per il confezionamento delle uova e l'applicazione dei falsi dati di commercializzazione, mentre a carico della struttura e' stato adottato un provvedimento di chiusura immediata.  Dopo il sequestro dell  uova irregolari ed illecitamente etichettate nello stabilimento abusivo, i Nas hanno individuato sempre nel foggiano un altro capannone industriale, utilizzato per lo stoccaggio e l'imballaggio di uova, del tutto sconosciuto alle autorità  di controllo.  

Nel corso dell'ispezione igienico sanitaria, svolta con la collaborazione di personale della locale Azienda Sanitaria Provinciale, i militari del Nucleo pugliese hanno accertato l'assoluta abusività  della struttura, priva di qualsivoglia provvedimento autorizzativo, e l'inadeguatezza dell'attività  svolta dalla stessa, che non disponeva neanche dei sistemi di autocontrollo e di rintracciabilità  del prodotto.

Dagli accertamenti, tuttora in corso, non era possibile infatti risalire alla provenienza delle uova che, una volta etichettate con date ed informazioni di fantasia, sarebbero state distribuite ad esercizi commerciali e mercati rionali della provincia foggiana per la vendita al consumatore. L'attività  ha consentito di sottrarre alla distribuzione oltre 26 mila uova, prive di marchiatura identificativa.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©