Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

La Procura indaga sulle spese della sanità campana

Maxi-appalto da 24 milioni di euro, bufera sulla Soresa


.

Maxi-appalto da 24 milioni di euro, bufera sulla Soresa
30/08/2011, 12:08

NAPOLI – Un’inchiesta giudiziaria della Procura della repubblica di Napoli si abbatte sulla Soresa, la cabina di regia della spesa pubblica sanitaria della Regione Campania. A finire sotto la lente d’ingrandimento degli inquirenti è un maxiappalto da 24 milioni di euro, vinto da un gruppo di imprese e successivamente annullato per poi far subentrare un altro team di imprenditori sanitari. Un appalto gonfiato di circa 10 milioni di euro, secondo il Palazzo di giustizia napoletano, che avrebbe favorito una ditta che praticava le forniture con prezzi maggiorati. Una vera e propria bufera quella che in queste ore si sta abbattendo sulla Soresa. Dopo perquisizioni e acquisizioni di atti dello scorso giugno, gli inquirenti hanno deciso di mettere a fuoco il maxiappalto assegnato dalla commissione di gara della Soresa per la informatizzazione delle ricette mediche. Hanno intercettato e acquisito testimonianze, poi passato al setaccio le strategie della società nata per risanare il debito della Sanità in Campania. Da ieri mattina, gli atti che raccontano il nuovo solco investigativo sono stati depositati al Riesame di Napoli, alle cui porte i vertici della Soresa si sono rivolti dopo i recenti blitz dell’autorità giudiziaria. L’appalto – stando alla ricostruzione dei pm – riguarda l’affidamento del servizio di rilevazione e controllo dei dati della spesa farmaceutica delle Asl della regione Campania e i conti dei pm sono contenuti in un faldone di ottocento pagine fresche di deposito: invece di spendere 13 milioni di euro per coprire il servizio di rivelazione dei dati della spesa farmaceutica, ne sarebbero stati impiegati quasi 24 di milioni di euro. 

Commenta Stampa
di daga
Riproduzione riservata ©
SONDAGGIO.

Assessori della Regione Campania: cosa ne pensate?

Dopo quasi due anni di amministrazione Caldoro è giunta l'ora di tirare una linea di bilancio. Secondo lei, chi tra questi assessori è stato il peggiore? N.B. Questi sondaggi non hanno un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere agli utenti di esprimere la loro opinione.