Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le "bionde" , chiuse in un camion, provenivano dalla Polonia

Maxisequestro di sigarette a Napoli


Maxisequestro di sigarette a Napoli
28/02/2010, 14:02

NAPOLI – La Campania torna ad essere piazza di contrabbando illegale di sigarette. Nelle ultime ore sono, infatti, state sequestrate oltre una tonnellata e mezzo di “bionde” provenienti dalla Polonia. Contemporaneamente, altri tremila pacchetti sono stati sigillati dalla Questura.
Tutto è cominciato venerdì mattina, quando i militari napoletani della Guardia di Finanza hanno fermato, in una piazzola di sosta vicino ad Arzano, un autoarticolato polacco che nascondeva l’enorme quantitativo di sigarette all’interno di due pesanti rulli compressori. Per estrarre la merce, gli uomini delle Fiamme Gialle sono ricorsi ad un argano elettrico, alimentato dalla batteria del camion. Le Malboro Rosse, questa la marca di sigarette trasportate illecitamente, erano destinate esclusivamente al mercato napoletano e avevano un valore complessivo di oltre 160 mila euro. I Finanzieri hanno tratto in arresto i trafficanti e li hanno portati all’autorità giudiziaria di Napoli. Per loro l’accusa è di contrabbando illegale di merce.
Nelle stesse ore, anche la direzione generale della Questura di Napoli ha messo a segno un duro colpo contro la criminalità, sequestrando oltre trecento pacchetti di sigarette venduti su una bancarella di via Cairoli, in zona Museo. Altri duemila pacchetti sono stati ritrovati a bordo di un’auto, una Fiat Punto che viaggiava nei pressi di piazza Garibaldi.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©