Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Richiesto anche il risarcimento del danno principale

Mediaset: la Cir in appello chiede altri 500 milioni


Mediaset: la Cir in appello chiede altri 500 milioni
04/02/2010, 19:02

MILANO - Il 23 febbraio comincerà a Milano il processo di appello per il risarcimento danni che Mediaset deve alla Cir di De Benedetti, per la vicenda della Mondadori, che nel 1991 andò a Berlusconi al termine di una causa civile perchè, come dimostrato da una sentenza passata in giudicato, Cesare Previti pagò i giudici con i soldi della Fininvest. In primo grado il Giudice Mesiano ha condannato Mediaset a pagare 750 milioni di euro, accogliendo solo una parte del ricorso presentato dalla Cir. Infatti la società di Carlo De Benedetti in primo grado era stata esaudita nella sostanza della richiesta sussidaria (aveva chiesto l'87% dei 936 milioni calcolati come danno complessivo dal Giudice ma ne ha ottenuti l'80%); Invece era stata respinta la richiesta principale di danno patrimoniale. Infatti il Giudice di primo grado aveva stabilito che non c'era la certezza che, senza l'intervento corruttivo, la Mondadori sarebbe andata alla Cir; per cui alla società non spettava questo risarcimento. Adesso la società di De Benedetti ha avanzato in appello nuovamente la richiesta del danno patrimoniale che viene valutato in 496 milioni di euro, al netto di rivalutazioni ed interessi. Ove questa richiesta venisse accolta, Mediaset sarebbe tenuta a corrispondere quasi un miliardo e mezzo di euro. Un discreto salasso anche poer una persona ricca come Berlusconi

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©

Correlati