Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Dopo la sentenza del gup, per Parolisi non ci sarà ergastolo

Melania Rea, il fratello Michele: "Salvatore è l'unico assassino"

Il padre della vittima: "E' un vigliacco"

Melania Rea, il fratello Michele: 'Salvatore è l'unico assassino'
12/03/2012, 19:03

TERAMO - Udienza preliminare molto veloce per Salvatore Parolisi, il caporalmaggiore accusato di aver ucciso la moglie Melania Rea con 35 coltellate. L'imputato ha chiesto di procedere con rito abbreviato, subordinato ad una nuova perizia per stabilire l'ora esatta della morte della donna e all'esame di due testimoni. Il Gup ha accolto la richiesta e ha stabilito che l'esame testimoniale e il conferimento dell'incarico verranno fatti il 30 aprile prossimo; la sentenza sarà a luglio o dopo l'estate, a seconda di quando tempo chiederanno i periti per fare i loro esami.
Con questa richiesta, Parolisi - che comunque si è sempre professato innocente - è sicuro anche in caso di condanna di evitare l'ergastolo. Infatti, il giudizio abbreviato si fa sulla base degli atti presenti nel fascicolo del Pm (a parte le prove ulteriori richieste) e consente all'imputato, in caso di condanna, di avere uno sconto di un terzo sulla pena. In questo caso Parolisi, che per omicidio volontario aggravato e villipendio di cadavere rischierebbe l'ergastolo, non potrà essere condannato ad una pena superiore ai 30 anni.

AGGIORNAMENTO ORE 19:15
TERAMO - Una volta accolta la richiesta di procedere con il rito abbreviato, conclusa l'udienza, Salvatore Parolisi è stato fatto uscire da una porta secondaria del Tribunale per evitare eventuali reazioni scomposte dei cittadini e anche il contatto con i giornalisti. Nessuna dichiarazione è trapelata dai legali dell'uomo, mentre il procuratore capo Gabriele Ferretti ha detto: "Il gup ha rivolto un invito a smitizzare la vicenda".
Le parole più dure sono state pronunciate dal fratello di Melania Rea, Michele: "E' Salvatore l'unico assassino di mia sorella. Lo ritengo l'unico assassino dopo aver letto tutte le carte processuali e per quello che ha fatto dopo il delitto. Non ho alcun dubbio. Il suo comportamento odierno lo conferma". Oltre a Michele, anche il papà di Melania, Salvatore Rea ha voluto lasciare una dichiarazione all'agenzia stampa Ansa: "Salvatore è un vigliacco, non ha avuto né il coraggio di guardarmi in faccia né di parlare. Ormai per me è finito, in tutto il tempo che è stato qui dentro era seduto dandoci le spalle e non ha avuto il coraggio di girarsi. E' un vigliacco".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli ed Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©