Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La donna potrebbe averlo perso durante una colluttazione

Melania Rea, ritrovato anello di fidanzamento nel bosco


Melania Rea, ritrovato anello di fidanzamento nel bosco
12/05/2011, 21:05

ASCOLI PICENO – Nuovi, inquietanti particolari si aggiungono al giallo della morte di Melania Rea, la ventinovenne di origini campane uccisa non si sa da chi il 18 aprile scorso. Nel bosco delle Casermette, dove due giorni dopo venne ritrovato il cadavere della donna, è stato rinvenuto un anello appartenente alla vittima: il monile, un solitario, era l’anello di fidanzamento che la donna aveva ricevuto dal marito, Salvatore Parolisi, prima del matrimonio.
Il gioiello, che gli inquirenti hanno ritrovato dopo la seconda perlustrazione della zona ma di cui è stata avvertita la stampa solo oggi, si trovava a una certa distanza dal corpo: segno che Melania potrebbe averlo perso durante una colluttazione o, ipotesi ancora più drammatica, potrebbe averlo lanciato di proposito contro il suo aguzzino.
Intanto, la posizione del marito della donna resta quella della persona “informata sui fatti”: neanche il secondo, lungo interrogatorio è riuscito a chiarire i dubbi degli inquirenti in merito al ruolo che l’uomo potrebbe avere avuto in tutta la vicenda. Quello che sembra certo è che Parolisi aveva una serie di relazioni extraconiugali, di cui Melania era a conoscenza. La donna stessa avrebbe telefonato ad una delle “amanti” del marito per chiederle di lasciarlo in pace.

Commenta Stampa
di Ornella d'Anna
Riproduzione riservata ©