Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Fiom chiede che sia il magistrato a specificare la sentenza

Melfi: giudice respinge ricorso Fiom su reintegrazione operai Fiat


Melfi: giudice respinge ricorso Fiom su reintegrazione operai Fiat
29/09/2010, 13:09

MELFI - Uno ad uno, pari e patta tra la Fiom e la Fiat, tra le sentenze sui tre operai licenziati dalla Fiat a Melfi solo perchè sindacalisti. Dopo la prima sentenza che obbligava il colosso torinese a riassumere i tre operai, la Fiat ha confinato i tre operai in una saletta lontano dalla linea di produzione, anche se continua a pagar loro lo stipendio. La Fiom aveva fatto quindi ricorso, per obbligare la Fiat a reintegrarli nei rispettivi ruoli, ma in questo caso il Giudice questa mattina ha respinto il ricorso, giudicandolo inammissibile.
Ovviamente reazioni opposte da parte dei due contendenti. La Fiat ha mostrato soddisfazione: "Il Tribunale di Melfi ha confermato trattarsi di richiesta estranea al nostro ordinamento processuale, sottolineando che la stessa costituisce 'tentativo, che oltrepassando i limiti dell'analogia, si caratterizza per essere un'iniziativa creativa e di politica legislativa, inibita all'ordine giudiziario'". La Fiom invece ha annunciato che presenterà una istanza al giudice per ottenere una interpretazione autentica della prima sentenza e una specificazione di come la stessa deve essere applicata.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©