Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Fermati in due, caccia ad altre sei persone

Melfi: nigeriana rapita, picchiata e violentata dal branco


Melfi: nigeriana rapita, picchiata e violentata dal branco
01/11/2010, 15:11

MELFI (POTENZA) - Notte di terrore, per una ballerina nigeriana di un night club di Melfi. Sabato notte, all'uscita dal locale, ha trovato due ragazzi che si sono offerti di accompagnarla a casa. Lei ha accettato la gentilezza ed è salita in macchina; ma poco dopo si è accorta che qualcosa non andava. I due infatti si stavano dirigendo verso la periferia, in una direzione diversa da quella della sua abitazione. La ragazza ha provato a telefonare ad una amica, ma i due gli hanno strappato il cellulare da mano e hanno tolto la batteria. Arrivati in campagna, in contrada Crocifisso, i due hanno fermato la macchina e l'hanno costretta a scendere, cominciando a picchiarla. Poco dopo sono arrivatre altre sei persone con altre due autovetture, e lì è cominciata la violenza sessuale, insieme alle botte.
Uno dei sei però - forse impietosito dalle condizioni della nigeriana - prima ha invitato gli altri a smetterla, poi si è allontanato, telefonando ai Carabinieri, che sono rapidamente intervenuti. Ma sul posto era presente solo la ragazza, in lacrime ed in forte stato di shock. I Carabinieri l'hanno accompagnata in ospedale, dove è stata riscontrata la violenza sessuale subita ed è stata fatta una diagnosi di 7 giorni per le lesioni subite.
Intanto erano partite le indagini, che hanno permesso, tramite le videocamere di sorveglianza poste intorno al night, di individuare i due giovani, entrambi 25enni, che hanno dato un passaggio alla ragazza. Il Pm di Melfi, Renato Arminio, ha disposto il fermo dei due, con le accuse di sequestro di persona, stupro di gruppo e lesioni personali. Nel frattempo continuano le ricerche degli altri 6 complici.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©