Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

A Bologna più occupazione ma instabile

Meno disoccupati, più precariato: i risultati di Almalaurea

Dodicesino rapporto sullo stato occupazionale dei laureati

Meno disoccupati, più precariato: i risultati di Almalaurea
10/03/2011, 20:03

Un filo di speranza per i neolaureati c’è e viene anche dalla città di Trento. E’ il risultato del rapporto annuale di Almalaurea sulla condizione occupazionale dei laureati, che ha coinvolto 400mila studenti laureati, tra triennale e specialistica. Secondo i dati rilevati il tasso di occupazione dei neolaureati di Trento è pari al 49%, poco superiore alla media nazionale che è del 46%. Diversa la condizione della Toscana, dove i laureati trovano facilmente impiego, ma si tratta di lavoro atipico e precario. Qui il tasso di occupazione dei neolaureati triennali è del 52%. Condizioni discrete anche per Bologna, dove ad un anno dal conseguimento del titolo, l’occupazione è maggiore, ma si tratta di lavoro instabile e con stipendio basso.

Commenta Stampa
di Maria Grazia Romano
Riproduzione riservata ©