Cronaca / Nera

Commenta Stampa

La dirigente: "Colpita dall'atteggiamento di Amanda"

Meredith, le deposizioni della sezione omicidi


Meredith, le deposizioni della sezione omicidi
28/02/2009, 13:02

Ripresa la deposizione del dirigente della sezione omicidi della squadra mobile di Perugia Monica Napoleoni davanti alla Corte d’assise che sta processando Raffaele Sollecito e Amanda Knox per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher.

La testimonianza era stata sospesa, nella tarda serata di ieri, dopo le domande dei pubblici ministeri Giuliano Mignini e Manuela Comodi. In programma nella giornata le deposizioni anche degli altri funzionari di polizia impegnati nelle indagini.

Sul verbale con il quale venne notificato a Sollecito e alla Knox il fermo per l’omicidio figurano 36 firme di investigatori. Il particolare è emerso nel corso della deposizione. Rispondendo all’avvocato Ghirga, uno dei difensori della giovane americana, in merito alle firme, la funzionaria della questura ha parlato “di una prassi”.

“Si tratta - ha aggiunto la Napoleoni - di quelle di tutti i colleghi che avevano partecipato all’attività”. Il sostituto commissario Napoleoni ha ribadito di essere rimasta colpita per avere visto negli uffici della questura la Knox “fare la spaccata e la ruota”, ma anche piangere. Stamani le domande delle difese si sono concentrate sulle modalità delle perquisizioni nella casa del delitto, sull’eventuale spostamento di oggetti e sulla verbalizzazione di testimonianze alla presenza di due persone contemporaneamente.
 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©