Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il ragazzo è stato condannato a 25 anni

Meredith, notificato divieto di espatrio a Sollecito

Si trovava in un paesino alle porte di Udine

Meredith, notificato divieto di espatrio a Sollecito
31/01/2014, 11:17

UDINE – Nelle prime ore del mattino è stato notificato a Raffaele Sollecito il divieto di espatrio disposto dalla Corte d'assise d'appello di Firenze dopo la condanna per l'omicidio di Meredith Kercher. Secondo quanto appreso, Sollecito è stato raggiunto da agenti della squadra mobile di Firenze e di Udine in un paese tra Udine e Tarvisio, che aveva raggiunto nel primo pomeriggio di ieri.
Appena giuntagli la notifica il ragazzo ha contattato telefonicamente uno dei suoi difensori, l'avvocato Luca Mauri: “Avvocato, io sono innocente. La battaglia va avanti”.
Tutto ciò è avvenuto a circa 12 ore dalla pronuncia della corte di ieri sera ha condannato Amanda Knox a 28 anni e sei mesi e Raffaele Sollecito a 25. Impassibili i familiari di Meredith Kercher (Tutti i protagonisti) alla lettura della sentenza di condanna.
Meredith Kercher venne uccisa a Perugia la notte tra il 1 e il 2 novembre del 2007. Sollecito e Knox vennero condannati in primo grado ed assolti in appello, provvedimento dopo il quale furono scarcerati. Per il delitto sta invece scontando una condanna definitiva a 16 anni l'ivoriano Rudy Guede. La sua triste vicenda rimane una ferita ancora aperta.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©

Correlati