Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Mergellina, indagini su sistema smaltimento illecito veleni -video

L'autospurgatore di Caivano incastrato dalle telecamere

.

Mergellina, indagini su sistema smaltimento illecito veleni -video
10/01/2019, 11:59

NAPOLI - Sono stati i filmati delle telecamere a incastrarlo nella notte di mercoledì quando l’autospurgatore di Caivano, che prima negava ogni addebito, ha dovuto ammettere la sua colpevolezza.

Era stato lui a sversare polvere di marmo in un tombino di viale Gramsci; da qui il disastro ambientale nello specchio d’acqua antistante Mergellina.

Il frame che incastra l’uomo è inequivocabile: lo si vede in piedi, giubbotto rosso, che sversa nel tombino, con aria indifferente, il carico di polvere di marmo dal tubo della sua cisterna.

La poltiglia biancastra non proveniva dal condominio di viale Gramsci ma da un espurgo effettuato presso un’altra azienda del circondario, specializzata in taglio della pietra.

Il sospetto degli inquirenti è che non fosse la prima volta che l’autospurgatore smaltisse, in maniera illecita, rifiuti del genere.

Le indagini proseguono anche perché potrebbe venire alla luce un vero e proprio sistema di smaltimento illecito che, nell’hinterland di Napoli, si avvale di manovalanza compiacente che integra in nero i propri guadagni con trasferte nel capoluogo di regione, a tutto vantaggio di imprese edili del napoletano che, per smaltire legalmente i rifiuti, dovrebbe spendere molto ma molto di più.

Un rischio beffa, in questa storia, c’è: al momento è stata comminata solo una multa all’autospurgatore che pensava di liberarsi di quel carico di polvere di marmo senza dare nell’occhio.

Approfittando, in particolare, dello spurgo davanti al Palazzo di viale Gramsci dov’era stato chiamato martedì scorso, per scaricarvi dentro tutto il liquame e lasciare che le fogne, in profondità, custodissero per sempre il suo segreto.

Peccato però che quelle fogne portavano direttamente al mare.   

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©