Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il bilancio è di 24 morti e 9 dispersi; 705 gli sfollati

Messina: il fango indurisce, corsa contro il tempo


Messina: il fango indurisce, corsa contro il tempo
05/10/2009, 23:10

Durante la notte non ha piovuto, e di giorno il sole è arrivato impietoso su Giampilieri e sul comune di Scaletta Zanclea, dove i soccorritori sono ancora al lavoro alla ricerca dei dispersi dell’alluvione di giovedì scorso. Le condizioni climatiche stanno rendendo ancora più difficoltose le operazioni, indurendo il fango in un’unica massa compatta. Una corsa contro il tempo, che diventa sempre più disperata man mano che passano i minuti; man mano che le speranze di trovare ancora qualcuno vivo si affievoliscono.
Il bilancio, sempre ufficioso fin quando non verranno effettuati i riconoscimenti, resta di 24 vittime. Il capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, ha affermato che il numero dei dispersi sarebbe di gran lunga inferiore rispetto al dato diffuso fino ad oggi. “Da quello che abbiamo potuto verificare anche attraverso i familiari, - ha spiegato, - abbiamo la ragionevole certezza che sotto al fango e alle macerie vi sarebbero nove dispersi. Penso dunque che quel numero di 35-40 si ridurrà”. Negli ospedali cittadini sono ancora ricoverate 30 persone, mentre ammonta a 705 il numero degli sfollati.
Oggi Dario Franceschini e Renato Schifani sono stati nei luoghi principalmente colpiti dal disastro. Il segretario del Pd ha parlato di “un’Italia devastata da abusivismo e condoni”, mentre il presidente del Senato ha rassicurato gli sfollati, spiegando che il governo “ha mantenuto la promessa in Abruzzo e la manterrà anche qui in Sicilia”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©