Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Un pittore comunica il dolore per la perdita del suo animale

Messina, manifesto funebre per la morte del caprone


Messina, manifesto funebre per la morte del caprone
08/01/2011, 13:01

Sant'Agata di Militello (Me), 8 gennaio 2011 – per la morte del suo amato animale, un esemplare di caprone, l'artista Alfredo Iraci per rendere noto il suo dolore alla gente della cittadina di Sant'Agata di Militello (me) per la perdita del suo amico quadrupede ha avuto l’idea di far affiggere manifesti funebri del lutto sui muri del comune messinese: ''Unitamente ai pochissimi e preziosissimi amici e ai molti cari conoscenti profondamente affranti da dolore, comunichiamo la prematura morte del fidato Carlo il caprone!''. L’artista Iraci, che svolge un lavoro di precariato in servizio al comune della provincia di Messina, è originario di Galati Mamertino; il noto pittore ha voluto onorare la scomparsa del caprone a cui era particolarmente affezionato pagando anche la tassa di affissione al comune di Sant'Agata di Militello. Il pittore messinese spiega il suo gesto: ''per me era come un cane di razza - afferma- ed ogni volta che mi recavo in campagna per accudirlo mi faceva le feste. In molti mi hanno espresso solidarietà''. Il fidato amico quadrupede dell’artista si chiamava Carlo ed è morto due giorni ingerendo un oggetto nelle campagne in cui viveva quasi in libertà. Cosi' il quadrupede oltre ad aver avuto una degna sepoltura in un terreno di proprieta' dello stesso Alfredo Iraci e' partita anche l'iniziativa del manifesto funebre per far partecipe alla cittadinanza del lutto.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©

Correlati