Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Meter, Don Di Noto: "Il Papa? È un amico di Meter"


Meter, Don Di Noto: 'Il Papa? È un amico di Meter'
26/04/2011, 11:04

Avola (SR), 25 aprile 2011 - “Il Papa? È un amico di Meter, un 'meterino' ad honorem per tutto quello che ha fatto e fa per la difesa dell'infanzia ma anche per la sua vicinanza nel Suo “speciale saluto” a quello che noi facciamo. Grazie Benedetto XVI per il cuore che ci mette in ogni cosa che riguarda i più piccoli e per aver ricordato, anche quest'anno, la GBV – Giornata dei Bambini Vittime della violenza, dello sfruttamento e dell'indifferenza che quest'anno giunge alla XV edizione”. È con queste parole che don Fortunato Di Noto, il sacerdote fondatore di Meter (www.associazionemeter.org), da sempre in prima fila per la difesa dell'infanzia, commenta le parole con cui il Papa, oggi al Regina Coeli recitato a Castelgandolfo, ha ha ricordato la GBV e ha incoraggiato Meter a proseguire nell’impegno per la prevenzione e aiuto all’infanzia.

“Abbiamo ritrovato la vita” è il tema della XV Giornata dei Bambini Vittime della violenza, dello sfruttamento e dell’indifferenza (GBV), che si terrà dal 25 aprile al 1° maggio presso la sede nazionale di Avola (Siracusa) e nelle città italiane in cui è presente l’Associazione Meter di don Fortunato Di Noto (www.associazionemeter.org), che da 21 anni opera a tutela dell'infanzia, contro pedofilia, pedopornografia e sfruttamento sessuale. Quest’anno hanno aderito alcune diocesi del Cile, del Mali, del Madagascar e dell’Uganda.

Di fronte a questo tema impegnativo, Vescovi e Cardinali hanno fatto giungere in questi giorni un pensiero e una riflessione. . Per l’occasione 21, tra vescovi e cardinali (Scola, Sepe, Tettamanzi, Lanfranconi, Miccardi, Marcianò, Mondello, Forte, Monari, Mattiazzo ed altri) , hanno fatto arrivare in questi giorni un pensiero e una riflessione coinvolgendo le diocesi e le comunità cristiane.

ll Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha “conferito una propria medaglia di rappresentanza” che onora l’evento nazionale e internazionale, nonché il patrocinio di tutto il Senato e anche la Camera, con un messaggio del Presidente Giancarlo Fini. Si è unita tutta la Polizia Postale e delle Comunicazioni, oltre al Copercom (Coordinamento delle Associazioni delle Comunicazioni). Diocesi, parrocchie enti e associazioni da oggi fino alla prima domenica di maggio impegnate nella riflessione, nell’impegno contro la pedofilia e gli abusi.

Una delegazione di Meter, presente a Castelgandolfo, ha partecipato commasso al saluto. don Fortunato Di Noto, fondatore di Meter sottolinea: “Per noi essere oggi è un importante giorno e un forte segno nel continuare l’opera a difesa dei bambini, un privilegio. È il segno che la Chiesa c'è e che questo Papa, come diceva Paolo VI, non ritiene la difesa dei bambini come 'una moda', ma come un impegno permanente della Chiesa di ieri, oggi e sempre. Grazie Santo Padre!”, conclude don Di Noto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©