Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma l'Anpi protesta: "Decisione gravissima"

Mezzegra (CO): una lapide per la Petacci, c'è l'ok del Comune


Mezzegra (CO): una lapide per la Petacci, c'è l'ok del Comune
29/01/2012, 18:01

MEZZEGRA (COMO) - Sta generando discussioni e polemiche la decisione della giunta comunale di Mezzegra (a guida leghista), comune in provincia di Como, di autorizzare una lapide in memoria di Claretta Petacci, la donna che venne fucilata insieme a Benito Mussolini. La richiesta è stata più volte avanzata dall'Unione nazionale combattenti di Como della Repubblica sociale italiana, E finalmente è stata esaudita.
E così il prossimo 29 aprile (la data della morte sarebbe il 28 aprile, che però è un sabato), la croce dedicata a Mussolini che è sul muretto di villa Belmonte - luogo dove il Duce venne fucilato insieme alla Petacci - verrà "arricchita" dal nome della donna e dalle foto di entrambi. La motivazione degli ex Rsi è la seguente: "Il nostro è un omaggio a una donna coraggiosa, innamorata, che si è buttata davanti ai fucili sperando di salvare la vita al duce".
Ma non tutti concordano con questa scelta. A cominciare dall'Anpi, che si è opposta alla decisione della giunta, definendola "gravissima"

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©