Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il calciatore in lacrime

Miccoli si scusa con Palermo


Miccoli si scusa con Palermo
27/06/2013, 11:42

PALERMO- ''Chiedo scusa a Palermo, alla mia famiglia, per tutto quello che ho fatto. Da tre notti non dormo. Sono uscite cose che non penso. Ho sempre partecipato alle partite del cuore per onorare la memoria dei magistrati uccisi. Sono distrutto. Sono cresciuto in un contesto di valori''. Queste le parole commosse di Miccoli durante una  conferenza stampa dopo la diffusione di intercettazioni che lo riguarderebbero.
Il calciatore avrebbe detto ''Falcone un fango''.
Miccoli ha poi continuato dicendo: "Chiedo scusa alla famiglia Falcone e a tutti. Avevo gia' contattato la signora Falcone. Lei mi ha detto che bastava chiedere scusa a tutta Palermo. E sono qui per questo''.
Riguardo poi la vicenda giudiziaria che lo coinvolge  e che lo vede indagato dalla procura di Palermo per estorsione e accesso abusivo a sistema informatico  il calciatore ha dichiarato : ''Sono contento che sia uscito tutto - ha spiegato - Ho voluto essere amico di tutti, della citta'.
Quando finira' questa storia voglio fare il testimonial della legalita'. Spero che la signora Falcone me lo permetta, voglio partecipare alla sua associazione''.

 

 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©