Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' stato coautore di leggi ad personam tra il 2001 e il 2006

Michele Vietti eletto Vicepresidente del Csm


Michele Vietti eletto Vicepresidente del Csm
02/08/2010, 11:08

ROMA - Come era stato concordato tra Pd, Pdl ed Udc, Michele Vietti, parlamentare dell'Udc, è il nuovo Vicepresidente del Csm (il Presidente è il Presidente della Repubblica, che però ha un ruolo solo rappresentativo). E' stato eletto con 24 voti su 26 e due schede bianche.
Vietti, avvocato, è stato eletto per la prima volta alla Camera nel 2001, nelle file dell'Udc, e come tale è entrato a far parte della maggioranza per poi essere scelto nella compagine di governo come sottosegretario alla Giustizia e poi sottosegretario all'Economia nel governo Berlusconi III. In questa veste ha collaborato alla stesura di tutte le leggi ad personam scritte dalla maggioranza a favore di Berlusconi: abolizione del falso in bilancio; limitazione per le rogatorie internazionali; la legge Cirami, che permetteva agli imputati di invocare la non imparzialità dei giudici anche senza prove; e diverse altre. Anche dopo è stato uno degli ideatori della legge sul "legittimo impedimento", che blocca i processi per i Ministri e il Presidente del Consiglio per 18 mesi; ma soprattutto è stato autore di una contestatissima questione di pregiudizialità costituzionale, sulla legge che prevedeva l'aggravante per i crimini di omofobia, nella quale paragonava gli orientamenti omosessuali a "incesto, pedofilia, zoofilia, sadismo, necrofilia, ecc.".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©