Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L’ennesimo sbarco clandestino che finisce in tragedia

Migranti gettati in mare: morto un minorenne a Licata


Migranti gettati in mare: morto un minorenne a Licata
28/04/2012, 13:04

AGRIGENTO - Sono stati gettati in mare non appena giunti in prossimità della costa di Licata. Il nuovo tragico sbarco clandestino si è consumato nell’agrigentino, dove nella notte sono arrivati 18 uomini, tra i quali anche 8 minori, tutti di sesso maschile ed egiziani e tunisini. A soccorrere i migranti sono stati i poliziotti, ma solo alle prime luci dell’alba la tragica scoperta: il cadavere di uno di questi sulla spiaggia. Si tratta di uno dei minori che era a bordo, che è probabilmente annegato durante lo sbarco. Gli stranieri, infatti, hanno raccontato di essere stati gettati in acqua giunti in prossimità della spiaggia e il ritrovamento del cadavere sembra quindi confermare la loro cruda testimonianza. Si tratta dell’ennesimo sbarco finito in tragedia nella sola Sicilia e soprattutto del secondo sbarco nel giro di pochi giorni tra Palma e Licata: l’ultimo aveva visto una trentina di magherebini giungere a bordo di un peschereccio che si è arenato nella zona di Castellaccio. Indagini sono in corso da parte della polizia. L’allarme è altissimo anche perché le condizioni meteo del Canale di Sicilia sono in questi giorni ottimali e si teme dunque la ripresa dell’esodo dalle coste del Nord Africa.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©