Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Soldi del Ministero della Pubblica Istruzione

Milano: 300 mila euro per una scuola di dialetto per stranieri


Milano: 300 mila euro per una scuola di dialetto per stranieri
10/09/2010, 17:09

MILANO - Il MInistero della Pubblica Istruzione non ha soldi, tanto che solo quest'anno ha licenziato oltre 25 mila insegnanti. Ma sono stati trovati 300 mila euro per eseguire il desiderio dell'assessore provinciale all'Istruzione, Marina Lazzati (al centro nella foto), della Lega Nord: la creazione di corsi per insegnare il dialetto e la cultura lombarda. I primi a cui sarà offerta la possibilità di usufrruire di tale scuola saranno i partecipanti ai corsi di integrazione per stranieri. Insomma, a persone che non sanno nulla dell'Italia si offre la possibilità di imparare il dialetto meneghino e come cucinare il risotto alla milanese. Mentre le altre scuole pubbliche continueranno a non avere gli insegnanti necessari per accudire i disabili e per aiutare gli styranieri ad integrarsi.
La Lazzatti spiega l'utilità della scuola: "Ai ragazzini di altri Paesi, e ai loro compagni italiani, sarà spiegato in quale periodo storico Milano si è guadagnata il nome di capitale morale d’Italia. Impareranno che la nebbia, sempre più rara in città, veniva chiamata scighera e che Manzoni in casa parlava milanées". D'altronde, come si fa a vivere senza sapere queste cose fondamentali per il futuro del mondo?

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©