Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Milano: 5 operai della INNSE ancora sulla gru


Milano: 5 operai della INNSE ancora sulla gru
05/08/2009, 12:08

Continua la protesta degli operai della INNSE, la società milanese il cui proprietario ha deciso di smantellare la fabbrica, per trasportare i macchinari in Cina. Ieri quattro operai ed un rappresentante della FIOM-CGIL sono saliti su un ponte-gru, dell'altezza di 10 metri per protesta e per impedire che i lavori di smantellamento proseguano. A quanto si dice, la DIGOS pare che voglia bloccare i telefonini dei cinque, in modo da impedire loro di ricevere cibo ed acqua, e costringerli a scendere per sfinimento; oppure fare un blitz immediato e violento senza che nessuno possa sapere quello che succede.
Nel frattempo oggi Silvano Genta, proprietario della fabbrica, si è divertito a prendere per il naso i giornalisti presenti: alle 9.40 ha inviato un avviso di una conferenza stampa per le 10 a tutti i giornali nazionali; poi dopo una lunga attesa è arrivato il suo legale a dire che non c'era alcuna conferenza stampa. Motivazione ufficiale: "ordine pubblico".
A questo punto l'unica soluzione non violenta è rappresentata dall'intervento del Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi che faccia da garante per le richieste degli operai. Ma finora, nonostante i ripetuti inviti in questo senso inviati dagli operai e dalla FIOM-CGIL, da Palazzo Chigi non è arrivato alcun segnale.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©