Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Una lettera e le foto inviate al Corriere della Sera

Milano: a Malpensa risolto il mistero della valigia rossa


Milano: a Malpensa risolto il mistero della valigia rossa
04/11/2010, 15:11

MILANO - Un lettore del Corriere della Sera svela un mistero. Il punto è questo: uno dei punti di forza delle statistiche dell'aeroporto di Malpensa è la rapidità con cui le valigie vengono sbarcate dagli aerei che sono arrivati. Una rapidità che non è riscontrata dai passeggeri, che aspettano anche 20 minuti o mezz'ora, prima di poter ritirare i bagagli.
Andrea Magnoni spiega il perchè. Nella sua lettera racconta che spesso arriva a Malpensa e ai bagagli fa la solita attesa. Ma ogni volta vede arrivare per prima cosa una valigia rossa, tipo trolley rigido. Dopo 15-20 minuti (ed anche oltre) arrivano tutti gli altri bagagli. All'ennesima volta che vede comparire questa valigia, preso dalla curiosità, la osserva con attenzione e nota che non c'è alcuna indicazione di provenienza o di destinazione. La apre (non è neanche bloccata in qualche maniera) e dentro ci trova qualche vecchia rivista, un foglio di plastica e un po' di polistirolo. E' evidente che nessuno paga un biglietto aereo per portarsi queste cose. Appare evidente che viene messa sul nastro trasportatore solo per permettere ai cronometri di fermarsi, indicando un tempo di consegna dei bagagli di gran lunga inferiore a quello reale. C'è da chiedersi quanto sia legale questo comportamento.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©