Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La proposta all'esame del sindaco Pisapia

Milano: acqua gratis in bar e ristoranti. La proposta divide


Milano: acqua gratis in bar e ristoranti. La proposta divide
24/05/2012, 10:05

MILANO - Apparentemente è una cosa normalissima: si entra al bar e si ha un bicchiere d'acqua di rubinetto insieme al caffè o al gelato; oppure al ristorante, ci si siede e si trova la brocca d'acqua del rubinetto sul tavolo, magari con un paio di cubetti di ghiaccio quando la temperatura esterna è alta. E senza pagare nulla. Eppure questa prassi, che all'estero è considerata normalissima, in Italia è praticamente sconosciuta. Ma a Milano, il consiglio di Zona 3, ha lanciato la proposta - con una delibera formale - che questa prassi diventi legge sul territorio comunale. La delibera invita il sindaco - che è l'autorità autorizzata a prendere certe misure - ad emanare regolamenti che specifichino la legge che comunque già esiste in proposito, per concedere a tutti un bicchiere d'acqua ristoratore, senza doverlo pagare.
Sia ben chiaro, nessun barista la nega; ma bisogna ordinarla, come qualsiasi altra cosa; mentre negli altri Paesi è prassi offrirla al cliente, a volte addirittura prima che faccia l'ordinazione.
Una proposta che spacca gli interessati. C'è chi, come Alfredo Zini, presidente dell'associazione esercenti (Epam), che sostiene che non è compito della politica decidere cosa offrire al cliente o meno; e c'è chi, come diversi esercenti, che invece valutano positivamente la decisione, che consentirebbe una migliore "presentazione" del locale al cliente; e di conseguenza la possibilità di incentivarlo a spendere di più.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©