Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Milano: ammazzarono un clochard, agenti Polfer ai domiciliari


Milano: ammazzarono un clochard, agenti Polfer ai domiciliari
24/04/2009, 16:04

Due agenti della Polfer, indagati per aver ucciso di botte un clochard, Giuseppe Turrisi, alla Stazione Centrale di Milano, sono stati mandati agli arresti domiciliari, mentre il Pubblico Ministero chiedeva la detenzione in carcere. Inoltre, nonostante i reperti autoptici, che indicano il fatto che Turrisi sia morto per emorragia interna, dopo che una costola, che era stata fratturata dai calci e dai pugni dei due agenti, aveva perforato la milza, il Tribunale del Riesame ha derubricato il reato da omicidio volontario a omicidio preterintenzionale. Infatti i giudici non hanno accolto il criterio applicato dal PM, del dolo eventuale (cioè mettere in conto che l'azione di pestare selvaggiamente una persona più debole ne potesse causare la morte, ndr), sostenendo che non è dimostrabile che ci sia stata una previsione della morte del clochard, da parte degli agenti.
Adesso la Difesa si prepara a fare ricorso in Cassazione per chiedere che vengano revocati anche gli arresti domiciliari. Forse anche la Procura farà ricorso, per chiedere di nuovo la detenzione in carcere.
Nel frattempo questi distinti rappresentanti delle forze dell'ordine verranno lasciati liberi di andare a pestare altra gente, a mo' di passatempo.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©