Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Colto in fragrazna e finito in manette Mirko Pennisi.

Milano, arrestato per concussione consigliere del Pdl


Milano, arrestato per concussione consigliere del Pdl
11/02/2010, 20:02

MILANO - Il consigliere e presidente della commissione urbanistica di Palazzo Marino Mirko Pennisi è stato arrestato quest'oggi in fragranza di reato; stava intascando una tangente da cinquemila euro. Secondo l'accusa, tra l'altro, la "mazzetta" di cui ha goduto Pennisi pizzicato dalle autorità proprio sul fatto e fermato dunque per concussione, farebbe parte di una seconda rata. Il compenso illegale sarebbe infatti collegato ad alcuni lavori nel settore edile e sarebbe stato diviso in due tranche da 5000 euro l'una.
Motivo del generoso versamento ad opera di un facoltoso proprietario di un palazzo milanese era la volontà di bloccare una pratica. Come si legge su "La Stampa", "
Il consigliere comunale ora si trova negli uffici della polizia giudiziaria della Gdf in piazzetta Umanitaria per essere interrogato dai pm Tiziana Siciliano, Grazia Pradella e Laura Pedio, titolari dell’inchiesta".
Subito dopo l'arresto, inoltre, la Guardia di Finanza aveva provveduto a perquisire gli uffici di Pennisi.
In taluni casi, tornare al medioevo con una bella gogna pubblica a suon di sputi e pomodori marci sarebbe sul serio indicato ma, grazie alle attuali leggi, "l'on." Pennisi starà fuori tra molto poco tempo e, in ancora meno tempo, tutti avranno dimenticato la sua storia che, tra le tante, si confonderà prima della riabilitazione totale dell'individuo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©