Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

I tre quarti sono per i fornitori, il resto alle banche

Milano: chiesto il fallimento del San Raffaele, 2 miliardi di debiti


Milano: chiesto il fallimento del San Raffaele, 2 miliardi di debiti
29/09/2011, 18:09

MILANO - La Procura di Milano ha chiesto al Tribunale civile di iniziare le procedure di fallimento per l'ospedale San Raffaele, di proprietà di Don Verzè, amico del premier Silvio Berlusconi. La scelta sarebbe dovuta al fatto che in questa maniera si preserverebbe meglio l'interesse dei creditori, che sono tanti e per cifre enormi. Infatti, i debiti verso fornitori, da parte della società che gestisce l'ospedale, ammontano a circa un miliardo e mezzo, mentre ci sono altri 400 milioni circa di debiti verso le banche.
Insomma, è stato un vero sfacelo, dal punto di vista della gestione economica, nonostante stiamo parlando di uno degli ospedali più famosi d'Italia, che aveva al suo interno eccellenze, come l'oncologo Umberto Veronesi ed un flusso di pazienti ricchi e disposti a spendere. A cominciare dal Presidente del Consiglio, che è stato spesso ospite della struttura per esami e cure specifiche.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©