Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Le accuse riguardano spese illecite per 40 milioni

Milano: chiuse le indagini per Bossi e famiglia


Milano: chiuse le indagini per Bossi e famiglia
29/11/2013, 17:22

MILANO - La Procura di Milano ha inviato gli avvisi di chiusura indagini per le vicende relative alle spese private fatte dai vertici della Lega Nord con soldi pubblici. Le indagini si sono protratte essenzialmente per avere una contabilità precisa riferita a ciascuno degli indagati. In totale si parla di circa 40 milioni di euro spesi in questa maniera illecita. 
Dovrebbero essere rinviati a giudizio Umberto Bossi e i suoi due figli Renzo e Riccardo; l'ex tesoriere della Lega, Francesco Belsito; l'ex vicepresidente del Senato, Rosi Mauro; Stefano Bonet, Stefano Aldovisi, Diego Sanavio, Paolo Scala e Antonio Turci. 
Tra le spese contestate ci sono 100 mila euro spesi per vari lavori di ristrutturazioni edilizie a varie case della famiglia Bossi, il titolo di studio all'università Kristal di Tirana (77 mila euro), e così via. Fino alle spese più comuni: l'abbonamento a Sky, le cure dentistiche, le multe prese con l'autovettura dai figli di Bossi, veterinario, ecc. ecc. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©