Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MILANO: DENUNCIATO PER CONTRABBANDO DI TABACCO DA NARGHILE', ASSOLTO PER MANCANZA DI UNA LEGGE


MILANO: DENUNCIATO PER CONTRABBANDO DI TABACCO DA NARGHILE', ASSOLTO PER MANCANZA DI UNA LEGGE
12/11/2008, 09:11

Un ristoratore italiano di Milano era stato denunciato per contrabbando di "prodotti coperti da monopolio nazionale", cioè in questo caso tabacco. Infatti, durante una ispezione della Guardia di Finanza nella sua attività, aveva consegnato ai militari alcune buste di tabacco alla mela, proveniente dall'Egitto, da usare nei narghilè (la pipa ad acqua di origine araba) presenti nel locale. La quantità, 28 Kg., integra di per sè il reato di contrabbando (il limite di legge è fissato a 10 Kg.) e quindi il ristoratore è stato denunciato e poi rinviato al giudizio. Ma una volta arrivati davanti al giudice, la difesa ha fatto presente che la legge parla di sigarette e sigari, e non del tabacco aromatizzato per narghilè. E così il giudice, verificando l'esattezza della contestazione, ha dovuto rinviare gli atti al PM, per verificare se esistono leggi in proposito.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©