Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Sospettato l'ex compagno, denunciato più volte per violenza

Milano: donna uccisa con una coltellata, sembrava un malore


Milano: donna uccisa con una coltellata, sembrava un malore
29/02/2012, 15:02

MILANO - Sembrava morta per un malore, mentre camminava per strada. Antonia Bianco, 43 anni, era morta lo scorso 13 febbraio, accasciandosi a terra dopo aver chiamato i Carabinieri per dire: "Correte, sto male, mi ha picchiata ancora...". Il soggetto era probabilmente l'ex compagno, con cui si era vista in pubblico poco prima, dopo che la loro relazione era finita dopo l'ennesimo scoppio di violenza dell'uomo che l'aveva presa a schiaffi, le aveva tirato i capelli e cose del genere.
L'ambulanza era arrivata subito, ma Antonia in ospedale era arrivata morta. Una prima autopsia aveva dichiarato la morte per arresto cardiaco, attribuita allo stress del litigio e ai colpi che aveva ricevuto quel giorno. Ma l'insistenza dell'avvocato che seguiva la donna e che sosteneva si fosse trattato di un omicidio, ha portato ad una seconda autopsia, che ha scoperto che era proprio così: una lama lunga e sottile, una sorta di lungo spillone, era stato usato per colpire la donna sotto l'ascella, fino a bucare il cuore. Ma dall'esterno era una ferita quasi invisibile, perchè non usciva sangue, dato che questo si accumulava nella membrana che circonda il cuore stesso. C'è voluto un secondo esame più specifico e accurato.
Questo ha cambiato la posizione di indagato dell'ex compagno: si è passati dall'accusa di lesioni a quella di omicidio volontario premeditato.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©