Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MILANO: GAVA SAREBBE IN FIN DI VITA


MILANO: GAVA SAREBBE IN FIN DI VITA
06/08/2008, 10:08

Antonio Gava, uno dei "grandi" della ex DC, più volte ministro e processato per il reato di associazione a delinquere con la camorra (processo da cui uscì assolto), pare sia in fin di vita all'ospedale San Raffaele di Milano. E' quanto anticipa il Corriere della Sera, affermando che il vicerè di Napoli (così era chiamato, quando comandava la DC a Napoli insieme a Paolo Cirino Pomicino) ha anche ricevuto l'estrema unzione. Gava, che in passato ha subito una operazione alla prostata, due ictus ed è stato per alcuni giorni in coma, era ricoverato già da tempo al San Raffaele.

Gava, insieme a Vincenzo Scotti e a Paolo Cirino Pomicino, è stato il personaggio politico più potente a Napoli, e contemporaneamente uno dei più discussi, dal 1980 al 1994. La loro "fortuna" politica cominciò col terremoto dell'Irpinia, per continuare col bradisismo di Pozzuoli tra il 1984 e il 1985: due eventi naturali che permisero a loro e ad altri personaggi come De Mita di creare imponenti macchine da voti grazie agli appalti per la ricostruzione e ad una certa mano larga nel distribuire favori verso i loro "amici". Poi nel 1993-1994 il crollo: Tangentopoli colpì anche loro, chi con accuse di tangenti, come Pomicino, chi con accuse più gravi, come capitò a Gava e Scotti, accusati di avere rapporti con la camorra. Per Gava il processo durò 13 anni, concludendosi solo nel 2005 con l'assoluzione. Ma quei 13 anni ne hanno minato il fisico, come l'età avanzante, visto che comunque è un uomo di 78 anni.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©