Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La sentenza colpisce al cuore il provvedimento del Sindaco

Milano: Giudice di Pace giudica illegittimo l'ecopass


Milano: Giudice di Pace giudica illegittimo l'ecopass
18/03/2010, 12:03

MILANO - AI cittadini milanesi, nella maggior parte dei casi, non è mai andatio giù l'ecopass, cioè l'ingresso a pagamento con i propri veicoli nel cuore di Milano. E coloro che hanno preso una multa e hanno fatto ricorso, spesso hanno avuto ragione, anche se appellandosi a motivi minori: scarsa chiarezza, visibilità o meno della ricevuta del versamento e così via. E anche questa volta il ricorso era su un dettaglio: il Giudice di Pace, a cui era stato fatto il ricorso, doveva solo decidere se il mezzo in questione aveva o no il tesserino da invalido quando fu beccato dalle telecamere che sorvegliano gli ingressi stradali. Ma nella sua sentenza è andato oltre, considerando il motivo del ricorso assorbito in un problema maggiore: l'invalidità legale dell'intero provvedimento. Infatti, anche se l'amministrazione comunale ha il pieno diritto di imporre zone a traffico limitato o un pedaggio per l'ingresso in città, secondo il Giudice non ha diritto ad imporre fasce differenziati di pagamento per orario (si paga solo dalle 7 alle 19.30). E' quello che tecnicamente è chiamato "eccesso di potere". Di conseguenza, richiamando alcune sentenze della Cassazione del 1966 e del 1971, ha deciso che la norma in questione va disapplicata; quindi la multa in questione va cancellata.
Ma la questione non è finita qui, anzi. Questa è una decisione di un giudice di primo grado, che quindi non fa giurisprudenza; e le sentenze richiamate appartengono ad un orientamento minoritario della Cassazione; tuttavia è la prima volta che un giudice invalida un provvedimento di tal genere

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©