Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

L'animale colpito con due martellate

Milano: insegnante uccide in classe un coniglio


Milano: insegnante uccide in classe un coniglio
08/10/2010, 15:10

MILANO - Sta sollevando un caso, quello che è successo lo scorso luglio nell'Istituto Tecnico Industriale Statale-Liceo Scientifico Tecnologico "Ettore Molinari" di Milano, anche se la denuncia è stata fatta solo in questi giorni. Durante le ore di biologia, il professor Carlo Rando decide di fare lezioni di anatomia umana dal vivo, con la dissezione di quattro conigli, che porta lui stesso in una borsa frigo. A questo punto le versioni divergono: secondo la Lega Antivivisezione, che è stata allertata dai genitori di alcuni alunni, due dei conigli sarebbero stati vivi e il professore, che è un medico chirurgo, li avrebbe inseguiti per tutta la classe, tentando di ucciderli prima a pugni e poi finendoli a martellate; secondo l'insegnante, un solo coniglio era agonizzante e lui l'ha ucciso con due martellate sul cranio. Quale che sia la verità, sta montando un caso, con la Lav che ha presentato una denuncia penale per violazione dell'articolo 544 del Codice Penale, uccisione di animali senza necessità. Ma il professore si difende: "Il macellaio da cui mi rifornivo non aveva fatto bene il suo lavoro, una bestiola dava ancora segnali di vita. Erano spasmi respiratori. Non c'era niente da fare, ho dovuto finirlo come si fa in campagna, due colpi secchi sul cranio".
Ma la cosa è arrivata in Consiglio Comunale, dove è stata presentata un'interrogazione nella quale si chiede che Rando venga allontanato al più presto dall'insegnamento, non solo nel territorio comunale milanese, ma in tutta Italia.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©