Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Si è anche rifiutata di andare in Tribunale

Milano: la ex di Renzo Bossi ingiuria in aula Pm e giudice


Milano: la ex di Renzo Bossi ingiuria in aula Pm e giudice
22/03/2013, 20:39

MILANO - Show al processo Ruby, che vede imputati Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti di sfruttamento della prostituzione. E a farlo è stata Elena Morali, ex di Renzo Bossi e partecipante alla trasmissione Tv "La pupa e il secchione". 
Chiamata a testimoniare, ha cominciato sin da prima di entrare in aula. Infatti, non si è presentata dopo la prima convocazione e quindi è stata accompagnata coattivamente. E quando i Carabinieri l'hanno convocata in caserma per notificarle il documento, la Morali ha cominciato a dare in escandescenze, insultando anche il Pm che aveva firmato il documento, dandogli del "coglione". 
In aula il Pm Sangermano ha letto il verbale redatto dai Carabinieri, scatenando nuovamente le ire della Morali. E quando Sangermano le ha chiesto se avesse avuto una relazione con il figlio di un noto uomo politico, la soubrette ha risposto a muso duro: "Le mie cose sono private, io non le chiedo chi è sua moglie". AL che il Presidente le ha fatto notare che se la domanda è ammessa, lei è tenuta a rispondere la verità; la risposta della Morali: "Allora non è ammessa". E il presidente è stato costretto a farle presente che non è il testimone a decidere se una domanda è ammissibile. Allora la soubrette ha negato di aver avuto una relazione con Renzo Bossi. 
Ad un certo punto, ha detto che era offesa dalle domande del Pm e ha aggiunto: "Guardi, se è questo che vuole, posso anche uscire". Il presidente le ha risposto che non poteva muoversi finchè non fosse stato uno dei giudici a deciderlo. E che se si fosse alzata, avrebbe mandato i Carabinieri a riportarla indietro. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©