Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La richiesta motivata dal pericolo di fuga

Milano: la Procura chiede l'arresto di Calisto Tanzi


Milano: la Procura chiede l'arresto di Calisto Tanzi
27/09/2010, 13:09

MILANO - Discussione oggi, davanti al Tribunale del Riesame di Milano per la vicenda di Calisto Tanzi. Infatti la Procura ha fatto ricorso contro la decisione della Corte d'Appello che ha rifiutato la richiesta di carcerazione cautelare per l'ex patron di Parmalat. Il timore dei magistrati è che Tanzi scappi nuovamente, dato che, dopo la scoperta di quadri preziosi ed altre ricchezze, si teme possa avere di che vivere tranquillamente all'estero. La richiesta diventa più urgente, dal momento che lo scorso venerdì, nel processo per il crac Parmalat, è stata chiesta una condanna a 20 anni di reclusione, oltre ai 10 anni di condanna ottenuto in Corte d'Appello lo scorso 25 maggio per aggiotaggio ed altri reati finanziari.
La Procura spera che la nuova richiesta di condanna riuscirà a convincere il Tribunale del Riesame, mentre la Corte d'Appello aveva ritenuto che non ci fossero prove di eventuali tentativi di fuga. In ogni caso, anche qualora venisse accolta, non si tratterebbe che di un breve soggiorno dietro le sbarre: Calisto Tanzi ha 70 anni e quindi una volta che le pene diventassero effettive, non potrebbe più essere tenuto in carcere, come previsto dalla legge detta "ex Cirielli", che il governo Berlusconi varò nel 2005 per evitare il carcere a Cesare Previti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©