Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Detenuto nel carcere di Opera dal 20 giugno scorso

Milano: Lele Mora ha tentato il suicidio in cella


Milano: Lele Mora ha tentato il suicidio in cella
31/12/2011, 09:12

 MILANO –  Ha tentato il suicidio, nel carcere di Opera (Milano)  dove è recluso, il noto manager delle star, Dario Mora, detto “Lele”.  Lo riferisce con  una nota il segretario generale della Uil Pa Penitenziari, Eugenio Sarno. Mora, ex parrucchiere, che nel  2000  fondò  la LM Managements,  con la quale diede  inizio all’attività di manager del  mondo dello spettacolo e musicale, -  sempre secondo quanto scritto nella comunicazione -  ha tentato di soffocarsi con dei cerotti, regolarmente detenuti in cella, sul naso e la bocca. Il tentativo è stato sventato dagli agenti del penitenziario.
Particolarmente travagliata l’attività economica della società  LM Managements e di conseguenza gli affari di Mora e del figlio Mirko (legale rappresentante della società),  che  nel corso degli anni, sono stati varie volte condannati  per evasione fiscale.
In particolar modo, una inchiesta condotta dalle “fiamme gialle”  tra il 2003 e il 2004, dimostrò che alcune spese della società (fatture gonfiate), in realtà  erano  spese personali ( comunque non legate alla loro attività commerciale), ed utilizzate per fare regali ad amici e collaboratori, pagando viaggi , affitti di residenze in Sardegna e cene; un sistema questo che permetteva alla società di   dichiarare  guadagni quasi inesistenti.
Lo stesso Lele Mora e suo figlio Mirko, dichiaravano stipendi annuali inferiori ai 10 000 euro  pur vivendo in una casa con un affitto di 220 000 euro annui.
Ma a condurre in carcere Mora, è stata la Bancarotta fraudolenta (circa 8,5 milioni di euro), che lo ha portato dietro le sbarre il 20 giugno scorso, con le seguenti motivazioni: "stante le descritte professionalità criminali e capacità economica di origine illecita 'doppiate' dall'attività di drenaggio di denaro anche successiva alla dichiarazione di fallimento" delle sue società.
Tra i personaggi che sono o sono stati in passato sotto contratto con la sua agenzia vi sono Simona Ventura, Alberto Castagna, Alda D'Eusanio, Luisa Corna, Maria Teresa Ruta, Marco Balestri, Mirka Viola, Naike Rivelli, Andrea Savinelli, Christian De Sica, Aida Yespica, Remo Girone, Sabrina Ferilli, Valeria Marini, Walter Nudo, Costantino Vitagliano, Cecilia Capriotti, Rocco Casalino, Fabrizio Corona e l'ex-Presidente della Camera Irene Pivetti.
"Chiedo scusa per quello che ho fatto, ma non ce la faccio più". Avrebbe   detto Lele Mora (lo riferisce il suo legale, l'avvocato Luca Giuliante) al direttore del carcere di Opera Giacinto Siciliano, poche ore dopo avere tentato il suicidio.
"Il clamoroso gesto - ha sottolineato il segretario della Uil PaPenitenziari  - è solo uno dei circa 1.000 tentati suicidi verificatisi quest'anno nelle carceri italiane, con circa 395 vita salvate in extremis dalla polizia penitenziaria".

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©