Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

Il pedone accusato di omicidio volontario

Milano: morto il tassista in coma dopo un pestaggio


Milano: morto il tassista in coma dopo un pestaggio
26/02/2014, 10:04

MILANO - Alfredo Famoso, il tassista di 68 anni in coma da due giorni, è stato dichiarato morto, dopo le sei ore di monitoraggio cerebrale stabiliti dalla legge. 

Adesso la situazione per il suo assalitore, Davide Guglielmo Righi, consulente informatico di 48 anni, si complica. Infatti la Procura di Milano lo sta indagando per omicidio volontario. Infatti, Righi ha aggredito il tassista "reo" di non aver concesso la precedenza al consulente informatico che stava attraversando la strada in compagnia della moglie, incinta all'ottavo mese. E durante il litigio l'ha colpito violentemente alla testa con una confezione di acqua, causandone il coma e quindi la morte. Secondo la Procura, questo configura il cosiddetto "dolo eventuale": cioè nel momento in cui gli ha sferrato il colpo letale, ha messo in preventivo l'eventualità di poter uccidere l'antagonista. 

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©