Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Milano: nessun patteggiamento per la maestra che tagliò i capelli all'alunno


Milano: nessun patteggiamento per la maestra che tagliò i capelli all'alunno
12/05/2009, 16:05

Il gup di Milano, Marco Maria Alma, ha respinto la richiesta di patteggiamento a tre mesi avanzata dalla maestra di sostegno di una scuola privata milanese che taglio' i capelli a un alunno con problemi psichici, perche' irrequieto. Il gup ha trasmesso gli atti al pm perche' riqualifichi giuridicamente la vicenda. Il rappresentante della pubblica accusa infatti aveva chiesto il rinvio a giudizio della maestra, di 45 anni, con l'accusa di abuso di mezzi di correzione. Un' ipotesi di reato che il gup ha considerato sbagliata (sostenendo piuttosto la violenza privata). Il bambino all'inizio di quest'anno torno' a casa con i capelli tagliati in malo modo e la madre riusci' a scoprire che l'autrice del taglio era stata la maestra. Quest'ultima si era difesa sostenendo di averlo fatto quasi per gioco perche' il bambino irrequieto dopo la piscina impiegava troppo tempo per asciugarsi i capelli. L'episodio era anche stato oggetto di un'inchiesta amministrativa da parte della stessa scuola.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©