Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Non sarebbe stato possibile presentare il "listino"

Milano: oltre 900 firme false per Formigoni nel 2009


Milano: oltre 900 firme false per Formigoni nel 2009
18/10/2011, 10:10

MILANO - Il conteggio è finito: secondo il Pm Alfredo Robledo, l'attuale Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, è stato eletto grazie alla presentazione di 926 firme false. DI queste, 618 erano per la lista "Per la Lombardia", il listino personale del governatore. Che venne presentato con circa 3800 firme, contro le 3500 necessarie. In altri termini, la presentazione della lista è stata illeggittima, secondo l'accusa; e quindi le elezioni non sarebbero valide.
Per questo è cominciato l'invio di 15 avvisi di chiusura indagini ad altrettante persone che adesso rischiano il rinvio a giudizio. Tra loro quattro consiglieri provinciali del Pdl e Clotilde Strada, collaboratrice di Nicole MInetti. Si tratta, secondo il Pm, delle persone che hanno organizzato la raccolta di firma false e coloro che hanno certificato la veridicità delle firme stesse (che hanno bisogno di un pubblico ufficiale che ne certifichi l'autenticità).
Dopo l'invio dell'avviso, i 15 indagati hanno 20 giorni di tempo per chiedere di essere sentiti o per presentare documenti; dopo di che verranno convocati per l'udienza preliminare in cui il Pm chiederà - salvo ripensamenti - il rinvio a giudizio.
Sulla vicenda, Formigoni, ha commentato in maniera stringata: "La coalizione Pdl-Lega è legittimamente al governo di Regione Lombardia perché votata dal 57 per cento degli elettori lombardi. Se ci sono state irregolarità, per esempio nella raccolta delle firme, esse saranno sanzionate. Ma tali irregolarità dovranno essere verificate secondo tutti i crismi previsti dalla legge: per ora ha parlato soltanto la pubblica accusa. Dovrà parlare la difesa e poi deciderà solo e soltanto un giudice terzo". Peccato che mentre si svolgerà il processo lui svolgerà il suo mandato, per cui lui sarà sanzionato. Perchè, se l'accusa troverà la sua conferma, significa che Formigoni non si sarebbe neanche potuto presentare. E soprattutto non sarebbero mai potuto essere eletti consiglieri regionali di sopraffina qualità, come Nicole Minetti e il massaggiatore del Milan Puricelli.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©