Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Le "attenzioni" avvenivano sia sul web che in classe

Milano, prof di lettere molestava alunne su facebook


Milano, prof di lettere molestava alunne su facebook
07/06/2010, 20:06

MILANO - 24 aprile: nella quarta classe dell'istituto superiore Lagrange di Milano arriva un nuovo supplente di lettere. E' un uomo sulla quarantina che si dimostra da subito gentile, giovanile e...con un interesse morboso nei confronti delle alunne. In particolar modo, il professore, effettua subito un'indagine per scoprire quale delle studentesse del quarto anno è già diventata maggiorenne.
Giorni e giorni di battute a sfondo sessuale, occhiate maliziose e sguardi puntati con isistenza sulle forme delle allieve contribuiscono nel giro di poco a rendere teso il clima respirato nella classe. Ma l'uomo non si ferma e richiede l'amicizia su facebook a tutte le alunne del suo corso; focalizzandosi in particolare su una di loro, appena diventa maggiorenne, alla quale invia messaggi privati inequivocabili ("Le tue foto sono bellissime. Vorrei darti un bel voto, usciamo insieme sabato sera?"  o "Capita che un insegnante si innamori di un'allieva").
Approcci ed atteggiamenti ammiccanti che hanno spinto le studentesse a portare, direttamente alla preside dell'istituto, una stampa dei messaggi privati inviati dal prof alla loro compagna attraverso il noto socialnetwork. Dopo aver verificato il documento, Il dirigente scolastico ha così sospeso il docente e sottoposto il caso alla magistratura.
L'insegnante sospeso dovrà dunque rispondere alle accuse di e accuse di abuso di ufficio e violenza privata. Il pm Il Pm Tiziana Siciliano, dopo aver sentito la preside, gli alunni ed il coordinatore di classe ed aver riscontrato l'effettivo comportamento molesto del supplente, ha deciso di aprire un'inchiesta preliminare per avviare in un secondo momento un processo che appare oramai certo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©