Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

La difesa chiederà perizia psichiatrica e assoluzione

Milano: si apre il processo di Appello per la strage di Erba


Milano: si apre il processo di Appello per la strage di Erba
17/03/2010, 11:03

MILANO - Al via oggi il processo di secondo grado per la strage di Erba, in cui Olindo Romano e Rosa Bazzi - secondo la sentenza di primo grado - uccisero quattro persone (Raffaella Castagna ed il figlio Youssef Mazouk di soli due anni; Paola Galli, madre di Raffaella e la vicina Valeria Cherubini) e ferirono alla gola una quinta persona, Mario Frigerio, che poi è diventato il principale teste di accusa.
La difesa, secondo quanto anticipato dall'avvocato Nico D'Ascola, difensore dei due imputati, chiederà l'assoluzione dei due imputati, in quanto non ci sono prove che li collegano agli omicidi, a parte la testimonianza di Frigerio ritenuta non credibile; ove questo non bastasse, chiederanno una perizia psichiatrica dei due imputati, per valutare se al momento dei fatti erano capaci di intendere e di volere.
In aula sono presenti i due imputati, condannati in primo grado all'ergastolo e a tre anni di isolamento diurno. Inoltre ci sono anche il marito di Raffaella Castagna, Azouz Marzouk, e la figlia di Mario Frigerio. Ma la difesa non ha prestato il consenso alla presenza di telecamere in aula, sostenendo di non volere un "processo mediatico".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©