Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Disastrosa la situazione economica del corpo

Milano: vigili senza soldi, senza divisa e senza scarponi


Milano: vigili senza soldi, senza divisa e senza scarponi
03/12/2011, 16:12

MILANO - Tempi duri per i "ghisa" milanesi. Negli ultimi anni ci sono stati pesanti tagli ai loro servizi, effettuati dalla Giunta Moratti, più interessata a distribuir loro manganelli ed oggetti del genere che l'essenziale. E così in questo periodo comincia a mancare praticamente tutto. A cominciare dalle divise invernali che stanno arrivando, ma a rilento. Dovrebbero arrivare entro marzo. ma è evidente che servono adesso non quando comincerà il caldo. Stesso discorso per gli stivali invernali per i motociclisti, al punto che ne sono richiesti alcuni ai Carabinieri. Ma non sono pochi i vigili che devono adattarsi con stivali di una misura più grande.
Per non parlare delle armi: c'è un assortimento di pistole notevole dovuto al fatto che le armi vengono cambiate a gruppi. CI sono vecchie Beretta 7,65, che non possono essere portate con il colpo in canna (la pistola è degli anni '70, non c'è un sistema di sicurezza valido, per cui un forte colpo può far partire il proiettile), Beretta 81, Beretta 92F (queste in calibro 9 millimetri); e in più sono state ordinate 560 Beretta Px da 9 millimetri, delle quali ne sono arrivate solo la metà. Ma per chi ha le vecchie fondine non può usare le nuove pistole: la forma è diversa e c'è il rischio che si incastri. Le nuove fondine? Non ci sono i soldi, non arrivano.
Stesso problema per auto e motociclette. Per le prime si è deciso di cambiare modelli, dalla Alfa 157 e le Fiat Stilo alle Renault Megane e alle Fiat Punto. Si sono guadagnate 45 auto in più con una spesa di soli 3000 euro in più. Per le seconde c'è un concorso, avviato da tempo, per 60 moto BMW 650 Gs; ma è bloccato per un ricorso al Tar. La sostanza è che i mezzi sono in gran parte in manutenzione (ma non ci sono i soldi per le riparazioni) e quindi il personale spesso deve andare a piedi. Ed è chiaro che questo limita la loro azione. Basta pensare ad una azione molto semplice: un sequestro di merci illecite o contraffatte. Senza una autovettura, come si portano via?
E si può proseguire col resto: carenza di camice e cravatte di ordinanza, vigilesse che devono adattare con lavori di sartoria i pantaloni da uomo, caschi che si logorano e non si possono sostituire, e così via.
E stiamo parlando di Milano, una delle città più ricche d'Italia. E' ovvio che in città dove il Comune ha molti meno soldi, come per esempio Napoli, ai vigili manchino persino i blocchetti delle multe.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©