Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

MINACCE A DON MEROLA, LA SOLIDARIETA' DI "VENTO DEL SUD"


MINACCE A DON MEROLA, LA SOLIDARIETA' DI 'VENTO DEL SUD'
17/11/2008, 18:11

Una lettera dal killer designato dalla camorra ad ucciderlo. L'ha ricevuta e resa nota nel corso di una riunione svoltasi  a Caserta il prete anticamorra don Luigi Merola. Merola ha detto di averla ricevuta pochi giorni fa nella sede della sua fondazione "'A voce d'e creature", debitamente firmata, ma non ha voluto rivelare il nome di chi gli ha scritto. "Ti conoscevo – si legge in un passaggio della missiva scritta a penna e lunga sette pagine - conosco la tua testardaggine e il tuo coraggio, sei una persona che dava e da' fastidio al male e purtroppo era capitato a me di eliminarti e spegnerti ma fortunatamente cio' non e' successo perche' quel giorno quando sono entrato in chiesa tu stavi spiegando il passaggio del Vangelo sul figliol prodigo e non me la sono sentita di portare a termine il mio compito anche se sapevo le conseguenze alle quali sarei andato incontro". Don Merola
ha ribadito il proprio impegno contro la camorra e ha annunciato che tornera' a Napoli per ricoprire fin dalla settimana prossima il ruolo di presidente della fondazione"'a voce de creature" nella quale ad oggi figurava come
assistente spirituale: "Dobbiamo rompere le scatole ogni giorno - ha detto - e lo faro' tornando a tempo pieno a Napoli usando la parola. Ai politici dico - ha concluso - lavorate per la gente senza compromessi sugli appalti, solo
così la gente vi darà la propria fiducia" L'Associazione Vento del Sud, attraverso il suo Presidente Raffaele Bruno, ha espresso piena solidarietà e stima incondizionata a Don Luigi Merola, invitandolo a continuare nella sua opera a favore dei ragazzi napoletani e a combattere chi vuole affossare il Sud.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©