Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sit-in è in programma domenica 25 al tribunale

Minacce a Marino, la società civile scende in piazza


.

Minacce a Marino, la società civile scende in piazza
21/04/2010, 15:04

TORRE ANNUNZIATA - Pronti a scendere in piazza per manifestare la propria solidarietà al procuratore aggiunto presso il Tribunale di Torre Annunziata Raffaele Marino, vittima la settimana scorsa di un atto intimidatorio. Una busta contenente una lettera di minacce e sette proiettili.
Il sit-in organizzato dalla società civile per dire no alla criminalità organizzata è in programma domenica 25 alle 10 proprio dinnanzi al palazzo di giustizia.
 “Liberi di volare”: questo il nome dell’iniziativa nata da un gruppo sul social network Facebook. “Domenica 25 aprile - spiegano gli organizzatori del sit-in - manifestiamo per esprimere solidarietà e sostegno a Raffaele Marino, alla magistratura, alle forze di polizia, agli imprenditori coraggiosi, senza bandiere, senza distinzioni, ognuno con la propria faccia per la legalità, per la libertà, per il nostro futuro”. Numerose le adesioni raccolte fin ora: all’iniziativa parteciperanno associazioni, sindacati, rappresentanti delle istituzioni. Anche l’amministrazione comunale di Pompei guidata dal sindaco Claudio D’Alessio ha deciso di aderire alla manifestazione di solidarietà, in rappresentanza della città ci saranno il sindaco e l’assessore alla Legalità e Trasparenza, Carmela Loster. “Una sentita e doverosa adesione in segno di vicinanza e stima nei confronti del procuratore Marino, vittima di un vile atto intimidatorio da parte della criminalità organizzata. A lui - conclude l’assessore Loster - va la solidarietà dell’amministrazione e di tutti i cittadini pompeiani che non sono disposti ad abbassare la testa”.

Commenta Stampa
di Antonella Losapio
Riproduzione riservata ©