Cronaca / Nera

Commenta Stampa

In manette tre affiliati al clan Veneruso di Volla

Minacce per reati senza il consenso del clan, 3 arresti


Minacce per reati senza il consenso del clan, 3 arresti
11/09/2009, 16:09

Aveva commesso dei reati senza il benestare del clan, e per questo motivo era stato punito. Minacce e botte con bastoni, per insegnargli che, in certe zone, non ci si muove senza l’ordine di chi ‘comanda’. La vittima, però, ha chiesto l’aiuto dei carabinieri facendo finire in manette tre uomini, tutti ritenuti affiliati al clan. E’ successo a Sant’Anastasia, in provincia di Napoli, dove sono stati arrestate tre persone ritenute vicine al clan Veneruso, arrivo soprattutto nel comune di Volla e con mire espansionistiche nei comuni vesuviani: si tratta di Aniello Iengo, Dario Anastasio e Salvatore Mariniello, tutti già noti alle forze dell’ordine.
I carabinieri hanno accolto la richiesta d’aiuto di un ventinovenne che diceva di essere inseguito da tre persone armate di pistole e bastoni a bordo di un’automobile. Giunti sul posto segnalato, i militari sono riusciti a bloccare la vettura indicata, a bordo della quale c’erano i tre arrestati. Il 29enne ha raccontato di essere stato schiaffeggiato e minacciato perché non aveva voluto incontrare i tre affiliati che, invece, volevano punirlo in quanto non autorizzato dal clan a commettere reati.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©