Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Minaccia di morte la moglie: arrestato per stalking a Roma


Minaccia di morte la moglie: arrestato per stalking a Roma
11/08/2012, 10:14

Ennesima storia di minacce per una storia d’amore finita, ed è così che un uomo, la quale  aveva instaurato un clima di persecuzione continua, con minacce, ingiurie e percosse nei confronti della ex moglie e dei suoi anziani genitori. All'origine ci sarebbero, secondo una prima ricostruzione da parte degli agenti della Polizia, dei motivi di carattere economico. Sono stati gli agenti del commissariato Casilino, diretti da Antonio Roberti, al termine delle indagini, a porre fine a questa situazione richiedendo all'autorita' giudiziaria e notificando successivamente a S.M., 60enne di origini calabresi, un'ordinanza di custodia cautelare in carcere. Si ripetevano infatti con sistematica regolarita', soprattutto negli ultimi tempi, le aggressioni morali e fisiche subite dalla donna, che ha deciso di rivolgersi alla Polizia denunciando l'ex marito.La vittima ha raccontatoai poliziotti tutta una serie di eventi e circostanze, susseguitesi negli ultimi tempi, aggravati anche dal fatto che l'uomo era spesso in uno stato alterato a causa dell'abuso di alcol. In un'occasione, l'uomo aveva addirittura appiccato un piccolo incendio, interrotto dall'intervento dei Vigili del Fuoco, sotto l'abitazione della donna utilizzando dei vecchi mobili ''accatastati'' per l'occasione. Recentemente si era anche presentato sul posto di lavoro della moglie, minacciandola di morte, e distruggendo poi completamentela porta d'ingresso degliuffici. In piu' occasioni si era anche reso responsabile di una tentata estorsione ai danni di un cittadino straniero - residente in un appartamento di proprieta' della ex moglie - dal quale ''esigeva'' il canone d'affitto, oltre ala somma di500 euro per motivi imprecisati. Al termine degli accertamenti all'uomo e' stata notificata l'Ordinanza di custodia cautelare emessa dal Tribunale di Roma, ed e' stato condotto presso il carcere di Regina Coeli. 

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©