Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ministro Carfagna chiude a Napoli il premio "Differentemente uguali"


Ministro Carfagna chiude a Napoli il premio 'Differentemente uguali'
26/11/2010, 10:11


NAPOLI - In occasione della celebrazione della Giornata Internazionale sulla violenza alle donne, stamane presso il Convitto Nazionale “Vittorio Emanuele II” di Napoli, si è tenuta la fase conclusiva del protocollo d’intesa siglato tra la Questura di Napoli e l’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, terminata con la premiazione del progetto “…differentemente…uguali” – Campagna di sensibilizzazione per la violenza contro le donne . Il protocollo, nel suo svolgimento, si è proposto il fine di migliorare la capacita dei giovani a riconoscere, affrontare e denunciare ogni forma di violenza sulle donne ed i minori e di poter prevenire il riprodursi nei loro ambiti sociali e familiari di modelli comportamentali violenti e per la prima volta in questo genere di incontri, sono stati coinvolti anche i genitori dei giovani partecipanti, nonché tutti gli studenti stranieri degli Istituti Scolastici aderenti al progetto. Nella sala Teatro della prestigiosa istituzione, nata prima dell’Unità d’Italia, nella centrale Piazza Dante, alla presenza del Questore di Napoli, dr. Santi GIUFFRE’, del dr. Pietro ESPOSITO dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Campania, rappresentanti del mondo scolastico, di altre autorità civili e militari, del Ministro delle Pari Opportunità, On.le Mara Carfagna, ha avuto luogo il riconoscimento delle opere considerate meritevoli messe a concorso e relative al tema della violenza sulle donne.
Numerosi gli studenti che hanno partecipato attivamente con domande spontanee e pertinenti.
Il progetto ha interessato circa 825 alunni, di cui circa 288, hanno presentato elaborati, singoli e di gruppo, destinati alle diverse categorie messe a concorso. Sono stati altresì coinvolti tutti gli alunni diversamente abili presenti nelle classi interessate calibrando la loro partecipazione in base alle rispettive attitudini, abilità e volontà.
Hanno aderito al progetto dieci istituzioni scolastiche operanti in aree a rischio e in condizioni di disagio socio-culturale:

· Liceo Scientifico Statale “CACCIOPPOLI” di Secondigliano;

· Scuola Media Statale “BORSI-PROTA-GIURLEO” di Ponticelli;

· Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato “SANNINO-PETRICCIONE” di Ponticelli;

· Istituto Comprensivo – Scuola Media Statale “CASTALDI” di Boscoreale;

· Scuola Media Statale “VITTORIO EMANUELE II” di Napoli;

· Scuola Secondaria di I° Grado – “G. PASCOLI II” di Secondigliano;

· Istituto Tecnico Industriale “MARIE CURIE” di Napoli;

· Scuola Media Statale “BARACCA” di Napoli;

· Istituto Professionale per il Commercio “VITTORIO VENETO” di Piscinola - Napoli;

· Istituto Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “IPPOLITO CAVALCANTI “ di Ponticelli.

I lavori premiati da un’apposita commissione sono stati giudicati per originalità, fantasia, semplicità, efficacia del messaggio e suddivisi in quattro categorie:

1. per le “OPERE LETTERARIE” meritevoli 25 alunni della Scuola Media Statale “CASTALDI”;

2. per le “OPERE GRAFICO-PITTORICHE” meritevoli 14 alunni dell’Istituto Professionale per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “Ippolito CAVALCANTI”, sempre lo stesso Istituto, con particolare menzione, premiato, per il cortometraggio realizzato da 22 alunni della sua succursale;

3. per le “OPERE MULTIMEDIALI” premiati 9 alunni dell’Istituto Professionale per il Commercio “Vittorio VENETO” ;

4. per le “OPERE DIDATTICO-FORMATIVE” assegnato il premio a 43 alunni dell’Istituto Professionale per l’Industria e l’Artigianato “SANNINO-PETRICCIONE”, che hanno accompagnato la proiezione in “power point” dell’opera con un’esibizione canora e musicale dal vivo.

Il numero dei giovani premiati è stato provvidenzialmente il “113” .

Agli studenti é stata consegnata una pergamena ricordo.

I giovani autori dei lavori presentati, saranno inoltre invitati a partecipare ad una seduta pomeridiana di allenamento della squadra di Calcio del Napoli presso la struttura di Castelvolturno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©