Cronaca / Sesso

Commenta Stampa

Napoli. I ragazzi si difendono: "Era consenziente"

Minore denuncia la violenza sessuale: due 16enni arrestati a Napoli


Minore denuncia la violenza sessuale: due 16enni arrestati a Napoli
22/05/2009, 21:05

Due ragazzi di 16 anni sono stati arrestati a Napoli con l’accusa di aver violentato una 15enne di Pianura. I due, V. P. e G. C., rispettivamente di Ponticelli e di Portici, sono stati condotti al Centro di Prima Accoglienza dei Colli Aminei, la loro posizione è al vaglio della magistratura minorile. Secondo la ricostruzione ottenuta con l’interrogatorio della giovane, la 15enne ieri mattina era stata sul lungomare di via Caracciolo con due amiche, per fare un bagno. Qui si era appartata con il ragazzo di una delle sue amiche. Un comportamento che aveva causato la reazione violenta delle amiche, che l’avevano picchiata e costretta a ricorrere alle cure mediche per “contusioni alla zona orbitale e zigomatica sinistra”, guaribili in una decina di giorni.

Poi, nel pomeriggio, la quindicenne è stata nella zona degli Chalet della Villa Comunale, dove ha incontrato i due adolescenti accusati della violenza. A questo punto si è appartata con entrambi all’interno di un vicino cantiere allestito in Villa. La ragazza ha dichiarato di essere stata costretta, mentre i due fermati sostengono che la 15enne era consenziente.

La convalida dei due presunti stupratori avverrà entro domenica. Uno dei due ha potuto beneficiare degli arresti domiciliari per problemi di salute, l’altro è invece rimasto nel Centro. Sono entrambi studenti, incensurati, appartenenti a famiglie perbene. “Non abbiamo fatto nulla, - ha detto V. P. a Claudio Donadio, l’avvocato che ha assunto la loro difesa, - quella ragazza l’abbiamo conosciuta poco prima, era in compagnia di altre persone, di cui alcuni nostri amici. Ci siamo ritrovati in quella situazione perché lei era consenziente. Ci ha seguito spontaneamente. Tra di noi non è accaduto nulla”.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©