Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

E' successo a Caserta, un arresto. La ragazza è grave

Minorenne si lancia dal balcone per sfuggire a stupro


Minorenne si lancia dal balcone per sfuggire a stupro
04/07/2010, 21:07

Una minorenne romena, per sfuggire ad un connazionale che ha tentato di violentarla dopo avere sfondato la porta della sua abitazione, si è lanciata dal primo piano della casa, riportando gravi lesioni alle gambe.

La ragazza è ricoverata in gravi condizioni nell'ospedale di Caserta, ma non è in pericolo di vita. L'uomo, 39 anni, rintracciato dalla polizia è stato arrestato con l'accusa di violenza sessuale e tentato omicidio. L'episodio è accaduto la notte scorsa a Pozzovetere, piccola località collinare di Caserta, poco distante da Casertavecchia, in un vecchio edificio.

Secondo quanto accertato dagli agenti della Squadra Volante della Questura, l'uomo, che la ragazza conosceva per il suo carattere violento, prima ha bussato e poi ha forzato la porta per entrare in casa. Al tentativo dell'approccio sessuale la ragazza è scappata al piano superiore.

Il connazionale l'ha però raggiunta e l'ha trascinata sul letto, minacciandola con un coltello, puntato prima all'addome e poi alla gola. Dopo una breve colluttazione, la minore è riuscita a divincolarsi e, raggiunto il balcone, si è lanciata nel vuoto.

L'uomo è fuggito, mentre alcuni vicini di casa hanno soccorso la ragazza ed avvertito la centrale operativa della Questura. I poliziotti, grazie alla collaborazione di un passante sono riusciti in breve tempo a rintracciare il romeno e ad arrestarlo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©